Skip to Content

Grandezza del testo

Current Size: 100%

Stile pagina

Current Style: Standard

Le attività degli Alunni - Scuola Secondaria Recagno

 

RELAZIONE SULL' INCONTRO CON LA SIGNORA COHEN

GIORNO DELLA MEMORIA - 27 Gennaio 2012


Quando la professoressa d'italiano ci ha annunciato l'incontro con la signore Cohen, io ho pensato che la signora venisse a parlarci della Shoah, la persecuzione nazista, che ha causato tanta sofferenza al suo popolo.

La signora invece ha preferito illustrarci alcuni aspetti caratteristici della cultura ebraica.
Il suo discorso mi ha molto incuriosito perchè non avevo mai sentito parlare dell'alfabeto ebraico o dei precetti alimentari che gli Ebrei debbono osservare.

L'alfabeto ebraico, ad esempio, è composto da ventidue consonanti di cui cinque hanno suono vocalico, ma non sono vocali. Quindi quella scrittura, formata solo da consonanti, deve essere davvero complessa e difficile da imparare.
La signora ha riferito che occorrono almeno tre anni per raggiungere un livello elementare di conoscenza.

I testi sacri sono raccolti nella Sefer Torah, alcuni di essi vengono letti dai ragazzi/ragazze di tredici anni durante la cerimonia del Bar Mizwah (figlio del precetto) e del Bat Mizwah (figlia del precetto). Si tratta di una cerimonia religiosa, che si avvicina molto al nostro sacramento della Cresima, con la quale i ragazzi assumono pienamente diritti e doveri religiosi.

La Torah contiene anche diverse regole alimentari, distinguendo gli animali puri da quelli impuri, gli animali di cui è permesso cibarsi da quelli proibiti.
Sono permessi, perchè casherut (adatti a mangiare sacro), i quadrupedi ruminanti con lo zoccolo diviso in due, come i bovini e gli ovini, ma non i maiali, i cavalli e i conigli.
Si possono mangiare i pesci con squame e pinne, sono pertanto esclusi polpi, molluschi, frutti di mare, granchi.
Per la preparazione e il consumo del cibo si usano due servizi di utensili da cucina: uno per la carne e uno per i latticini, poichè non è permesso mangiare insieme latticini e carne.

I sabato (Shabbat) è il giorno dedicato al riposo.

La Pasqua, che commemora la liberazione degli Ebrei dall' Egitto, si celebra in famiglia la sera del 14 del mese di Nisan (marzo o aprile).

Il racconto della signora mi ha fatto capire un pò della cultura e della grande tradizione del Popolo Ebraico, che nonostante la diaspora e le persecuzioni ha saputo preservare la sua identità.

Niccolò Gogioso - cl. 1° D